Oneri di perequazione

Con delibera ARERA n. 6/2013/R/COM, l’Autorità di Regolazione per Energia Reti ed Ambiente (ARERA) ha istituito la componente tariffaria denominata “UI1”. Dal 01/01/2014 la componente tariffaria UI1 è pari a 0,4 centesimi di euro/metro cubo e viene applicata come maggiorazione ai corrispettivi di acquedotto, fognatura e depurazione (art. 2.1 delibera ARERA n. 529/2013/R/COM).

A far data dal 01/01/2018 ed ai sensi della delibera ARERA n. 918/2017/R/IDR viene applicata a tutte le utenze del servizio idrico integrato, come maggiorazione ai corrispettivi di acquedotto, di fognatura e di depurazione, la componente tariffaria UI2, istituita con Deliberazione del 28 Dicembre 2015 n. 664/2015/R/IDR (MTI-2), destinata prevalentemente alla promozione della qualità tecnica e pari a 0,9 centesimi di euro/metro cubo.

A partire dal 01/01/2018 ed ai sensi della delibera ARERA n. 897/2017/R/IDR viene applicata a tutte le utenze del servizio idrico integrato diverse da quelle in condizioni di disagio economico sociale, come maggiorazione al corrispettivo di acquedotto, la componente tariffaria UI3, destinata all’erogazione del bonus sociale idrico per le utenze in situazione di disagio economico-sociale e quantificata, ai sensi della delibera ARERA n. 918/2017/R/IDR, in 0,5 centesimi di euro/metro cubo.

A partire dal 01/01/2020, ai sensi della delibera ARERA n. 3/2020/R/IDR, la componente perequativa UI3, istituita con delibera ARERA n. 897/2017/R/IDR, viene applicata a tutte le utenze del servizio di acquedotto, fognatura e depurazione, diverse da quelle dirette in condizioni di disagio economico sociale ovvero destinatarie del Rdc/Pdc e posta pari a 0,5 centesimi di euro/metro cubo.

A partire dal 01/01/2020 ai sensi della delibera ARERA n. 580/2019/R/IDR è istituita la componente perequativa UI4 volta all’alimentazione e alla copertura dei costi di gestione del Fondo di garanzia delle opere idriche di cui all’articolo 58 della legge 221/2015, espressa in centesimi di euro per metro cubo ed applicata a tutte le utenze del servizio idrico integrato, come maggiorazione ai corrispettivi di acquedotto, di fognatura e di depurazione e posta pari a 0,4 centesimi di euro/metro cubo.